You are here
Recore MINI REVIEW RECORE 

ReCore Mini Review

Keiji Inafune ( Mighty No. 9,) torna alla direzione di un gioco tripla A con esito che vogliamo dire da subito positivo. ReCore infatti convince come ambientazione e storia, anche se ampiamente sfruttata sia dal cinema che dai videogames.. pianeta desertico (Far Eden) che nelle intenzioni di alcuni scienziati sarebbe dovuto diventare la nuova casa degli esseri umani, decimati in seguito dalla diffusione di una devastante epidemia… ecc.. un po’ Star Wars come scenario iniziale, che pero’ convince. Convince l’interazione trà il robottino e Joule Adams la metereologa, che si risveglia dal proprio sonno criogenico con un secolo di ritardo e si accorge che la tecnologia dei corebot è stata in qualche modo corrotta trasformando gli androidi in servi, con la sola eccezione di “Mack” appunto il robottino.

recore

In ReCore c’è una componente di crafting per gli amanti del genere il che non guasta.Infatti potremmo sfruttare come avevamo visto all’E3 vari tipi di core, renderli piu’ performanti e quindi piu’ letali.

recore

Unico neo da non sottovalutare e difficilmente correggibile sono i caricamenti , che quando uno muore posso far attendere anche il minuto e mezzo abbondante, questa e’ una pecca notevole, pensate solo che tutte le volte che uno deve ricominciare il livello deve aspettare quasi 2 minuti , capirete che potrebbe alla lunga stancare.

[rwp-review id=”0″]

Related posts

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: