Crea sito

Proprio nella giornata di ieri, i programmatori di The Cinese Room avevano accusato di sessismo il team fondatore della saga di The Witcher ed oggi arriva la risposta di CD Projekt Red alle accuse.

La risposta arriva da Pawel Swierczynski, lead developer di CD Projekt Red, che risponde quanto segue alle accuse della software house concorrente:

CD Projekt Red è una software house con 370 dipendenti all’attivo. Tra questi ci sono anche molte donne dotate di grande talento, ma non solo. Infatti nel nostro team abbiamo anche diverse minoranze quali gay e transessuali, ma noi trattiamo tutti allo stesso modo. Difatti nella nostra compagnia tutti, nessuno escluso, vengono trattati con rispetto e sostegno in egual modo. Il team di The Cinese Room ci ha chiamato sessisti perché nei nostri giochi abbiamo mostrato un seno o delle mutandine. Siamo davvero arrivati a questo punto? Noi raccontiamo delle storie e le storie sono fatte di persone. Sembrerà strano, ma alle volte queste persone hanno un paio di seni o mutandine e, anche se la cosa potrebbe meravigliarvi, alle volte hanno tutte e due le cose. Per concludere voglio precisare che questa è solo la mia opinione e non quella del mio datore di lavoro.

Parole forti e piene di rancore quelle pronunciate da Pawel Swierczynski.

Sfortunatamente CD Projekt Red non ha ancora risposto ufficialmente a queste accuse, ma siamo certi che non tarderanno molto.

E voi cosa ne pensate di tutta questa storia?

Lascia un commento