Scalebound 1

SCALEBOUND: ECCO IL PERCHÉ DEL RINVIO

Sono passate ormai alcune settimane dalla notizia del rinvio di Scalebound al 2017, ma finora non era stata data alcuna spiegazione al riguardo. Aron Greenberg, marketing manager di Microsoft, oggi ci spiega il perché di questa scelta.

La spiegazione è semplice. Il 2016 sarà un anno ricco di grandi titoli in esclusiva  o in esclusiva temporanea come Quantum Break, Gears of War 4, Crackdown 3, Inside, Belove e molti altri; si può quindi dire che Microsoft preferisca aspettare a rilasciare Scalebound così da garantirgli il giusto spazio e permettere ai programmatori di Platinum Games di migliorare ulteriormente il loro progetto fino a creare un gioco sublime.

Durante l’intervista, Greenberg si è anche sbilanciato sulla rivalità tra Microsoft e Sony così dicendo:

“We play and compete, but after the game we shake hands,” he said, noting that he is friends with a handful of Sony executives. “We all feel really fortunate that we get to work in this industry. And, while we compete, there’s a [mutual] admiration. It’s how we connect and what makes this industry so special and unique.

“There’s no hatred or any of that. I think what you see, unfortunately, sometimes online, is not really reflective [of the reality of the situation]; we’re human people, we’re often friends. We’ll go out to dinners and spend time together. We obviously don’t share secrets. But at the end of the day, it’s a closer, friendlier industry than what people think.”

In parole povere dice che seppur tra le due case ci sia rivalità, questa è accompagnata da grande ammirazione e profondo rispetto.

Dopo aver letto quest’intervista siete convinti delle motivazioni portate da Greenberg?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »