Crea sito

Nel corso dell’evento dedicato a Final Fantasy XV tenutosi a marzo sono stati annunciati un film e un anime che sarebbero andati ad espandere l’universo del gioco. Non è la prima volta che Square Enix si è cimentata in opere cinematografiche.

Correva l’anno 2001 e la Square ff-spirit-within
stupì un po’ tutti con il film  Final Fantasy: The Spirit Within, primo lungometraggio fatto del tutto  in computer grafica. In questo film il pianeta viene visto come un’entità viva infestata dai Phantoms, forme di vita aliene che possono consumare e dissolvere le anime degli umani. La scienziata Aki Ross è alla ricerca di otto forme di vita che possono contenere uno spirito e questi spiriti, uniti, sarebbero in grado di annientare i Phantoms. Il film era dotato di un comparto grafico e audio di assoluto livello e affronta temi maturi quali l’idea dietro alla vita, alla morte e allo spirito. Tuttavia, nonostante fu accolto positivamente dalla critica il film fu di fatto un flop dal punto di vista commerciale (85 milioni di dollari di incassi a fronte di 137 milioni spesi per la sua produzione), forse a causa dell’eccessivo allontanamento dallo spirito della saga videoludica tanto amata, tanto che pare che la compagnia fosse arrivata sull’orlo del fallimento.

advent-children

Nel 2005 (2006 in Europa) viene distribuito Final Fantasy VII: Advent Children, lungometraggio seguito diretto del capolavoro videoludico del 1997 Final Fantasy VII. Ambientato due anni dopo gli eventi del videogioco originale, una malattia chiamata Geostigma colpisce gli abitanti di Midgar e Cloud e compagni sono intenti nel cercare una cura mentre un individuo di nome Kadaj insieme ai suoi due fratelli è alla ricerca dei resti di Jenova con l’intento di riportare in vita Sephiroth. Anche qui il lato tecnico è a dir poco eccezionale, tutto curato nei minimi dettagli dai personaggi agli ambienti e la colonna sonora composta da Nobuo Uematsu, storico compositore della serie è di altissimo livello tra nuovi pezzi e riarrangiamenti di ottima fattura delle musiche del videogioco. Anche i combattimenti sono realizzati in maniera eccellente, adrenalinici e fluidissimi. Anche la sceneggiatura è di ottimo livello con molti momenti toccanti. La presenza di momenti ricchi d’azione e la maggiore vicinanza allo spirito della saga videoludica (complice la natura stessa di sequel del capitolo più amato dalla maggior parte dei fan) hanno fatto si che questo film fosse molto più apprezzato del precedente nonostante fosse confinato al solo mercato home video.

kingsglaive

Veniamo ora a Kingslaive: Final Fantasy XV. Annunciato nel corso dell’evento Uncovered: Final Fantasy XV tenutosi il 30 marzo e uscito in digitale il 30 agosto si pone come prequel diretto del gioco in uscita il 29 novembre. Vedremo infatti la caduta della città di Lucis per mano dell’impero di Niflheim, avvenimento che darà il via a tutti gli eventi del gioco principali e di cui Noctis e company sentiranno solamente parlare come si è già visto nei video gameplay mostrati e nell’anime di cui parleremo tra poco. La domanda è: riesce nel suo intento di dare un degno incipit al gioco che tanti appassionati attendono da un decennio e ad intrattenere adeguatamente anche i neofiti? Assolutamente si. I personaggi sono caratterizzati molto bene e i dialoghi ben scritti aiutano a immergerci nel mondo concepito dagli autori dando sempre un senso di drammaticità di fondo. Le scene d’azione non sono buttate a caso, sono molto ben realizzate e danno un senso di realismo, anche quando il protagonista si teletrasporta tramite la sua lama; la forza di gravità è percepibile, a differenza di quanto avveniva in Advent Children dove i personaggi sembravano sfidare le leggi della fisica. Nel corso del film ci sono diversi rimandi ai vecchi final fantay (navi volanti, magie, evocazioni, weapon, un cavaliere nero…) che si potrebbe accostare al cosiddetto fan service, ma che nel complesso funzionano e sono ben inseriti nella trama (forse Ultros all’interno di un’aeronave è stato un po’ troppo forzato). Purtroppo la colonna sonora non è ispirattissima, ben lontana da quella superba di Advent Children, tanto che a volte addirittura stona con le scene che va ad accompagnare. Quindi possiamo dire che la Square Enix abbia vinto la sua scommessa con questo film e soprattutto ci fa ben sperare sulla buona riuscita del gioco, dato che finalmente si ricomincia a riassaporare l’essenza, la magia di una saga di cui ormai si vedeva solo il nome.

brotherhood-final-fantasy-xv-screenshot-01

Brotherhood è un anime in 5 episodi (un sesto episodio speciale che si focalizzerà sul personaggio di Lunafreya Nox Fleuret sarà incluso nella collector edition da 270 euro) reso disponibile su youtube (qui il link al canale). Nel primo e quinto episodio vedremo il gruppo in viaggio per incontrare Luna subito dopo gli avvenimenti di Kingsglaive affrontando le truppe imperiali e un mostro con cui Noctis ha avuto a che fare da bambino. Negli episodi centrali vedremo invece dei flashback dei tre compagni d’avventura di Noctis e del rapporto d’amicizia che si è instaurato tra loro, che non si è creato dal nulla. Se sapevamo abbastanza tra trailer e notizie varie sul background di Noctis, pochissimo sapevamo dei suoi 3 compagni d’avventure. Grazie a Brotherhood li possiamo conoscere meglio sia per il loro carattere personale che per il rapporto che hanno col loro principe.

Ovviamente non si può dare un giudizio definitivo su un gioco che non è ancora uscito, ma grazie a queste due opere possiamo dire che le premesse di avere un prodotto di gran qualità per fan e neofiti sono buonissime. La sensazione è che Square Enix non possa assolutamente permettersi un passo falso con questo gioco in cui ha investito tantissimo (in precedenti dichiarazioni hanno affermato di aspettarsi di raggiungere le 10 milioni di copie vendute, impresa di certo non facile), difficile che in caso di flop debba chiudere i battenti, ma nel bene o nel male potrebbe compromettere il futuro della compagnia in qualche modo e certamente lo farà per quel che riguarda il futuro della saga.

Ricordiamo che Final Fantasy XV sarà finalmente disponibile, dopo 10 anni di attesa, il 29 novembre 2016.

 

 

By elric88

Lascia un commento