Crea sito

In questa guida vi spiegheremo come risolvere il problema della CPU in sovraccarico con Monster Hunter World.

Mentre è ancora un successo su Steam, Monster Hunter World: Iceborne attualmente si trova in una recensione mista. Nonostante la ricezione inizialmente positiva del gioco, le recensioni su Steam sono peggiorate negli ultimi giorni a causa di problemi relativi al PC, in particolare per quanto riguarda l’utilizzo elevato della CPU. Quel che è peggio è che le recensioni che lo  sottolineano su Steam sono tra le più apprezzate, il che significa che il problema sta influenzando la comunità di Monster Hunter World: Iceborne su larga scala.

Mentre la versione iniziale di Monster Hunter World ha portato Capcom ai massimi livelli di redditività, le recensioni di Steam stanno senza dubbio influenzando negativamente le vendite di Iceborne. Trovare una soluzione è quindi di fondamentale importanza. 

Per fortuna, ne esistono (anche se poche).

Le recensioni più recenti per Monster Hunter World: Iceborne su Steam, sono arrivate fino al punto di dire “Non preoccuparti nemmeno di giocare a questo gioco senza una configurazione robusta, o almeno una CPU potente in questo momento.” Questo non è il primo problema che il gioco sta avendo anche su PC.

I giocatori segnalano in massa che anche con una CPU potente, Monster Hunter World: Iceborne utilizza circa il 70-80% della propria CPU in qualsiasi momento durante l’esecuzione. Ciò si traduce in prestazioni al di sotto della media, con frame rate bassi, gameplay instabile e in alcuni casi problemi di surriscaldamento e riduzione delle prestazioni complessive della macchina.

Il problema, tuttavia, potrebbe non essere effettivamente dovuto a Monster Hunter World: Iceborne stesso, ma potrebbe avere a che fare con un altro programma Windows.

Monster Hunter

I giocatori hanno notato nel Task Manager di Windows che durante l’esecuzione di Monster Hunter World: Iceborne l’utilizzo della CPU da parte di Antimalware Service Executable ha numeri alle stelle. Tuttavia, una volta chiuso Monster Hunter World: Iceborne, l’utilizzo della CPU Service Executable torna alla normalità.

Per risolvere questo problema, dovrete accedere a Sicurezza di Windows, selezionare “Protezione da virus e minacce” e procedere facendo clic su “Gestisci impostazioni”. Da lì, dovrete disattivare la “Protezione in tempo reale” e vi dovreste accorgere che durante l’esecuzione di Monster Hunter World: Iceborne tutto funziona normalmente. Mentre il servizio eseguibile del servizio antimalware fornisce senza dubbio un servizio inestimabile, a volte ostacola il corretto funzionamento dei computer degli utenti.

monster hunter world iceborne pc release

Avete ancora problemi?

Per coloro che continuano a riscontrare problemi durante il tentativo di giocare, alcuni giocatori di Monster Hunter World: Iceborne hanno avuto successo disattivando l’overlay di GeForce Experience. Ciò ha contribuito a ridurre i problemi per coloro che utilizzano una GPU NVIDIA. Tuttavia, è stato notato che a volte l’overlay di GeForce Experience si riaccende automaticamente dopo un po ‘di tempo, quindi i giocatori devono aggiungere un’eccezione alla cartella Monster Hunter World: Iceborne nei loro file di programma.

Per fare ciò, gli utenti di Windows devono aprire la barra di ricerca. Da lì, digitare sicurezza. Dall’elenco  selezionare Sicurezza di Windows e andare su Protezione da virus e minacce. Una volta dentro, fare clic su Gestisci impostazioni in Impostazioni di protezione da virus e minacce e scorrere verso il basso fino all’esclusione, fai clic su aggiungi o rimuovi esclusioni e fai clic su aggiungi un’esclusione.

Gli utenti dovrebbero scorrere l’elenco fino a quando non trovano Monster Hunter World: Iceborne e fare clic su di esso.

Una volta trovato, gli utenti dovrebbero premere il pulsante “Seleziona cartella” in basso a destra nella finestra e Monster Hunter World: Iceborne dovrebbe essere aggiunto all’elenco dei programmi esclusi.

Queste sono solo alcune delle soluzioni suggerite dai giocatori per la miriade di guai che affliggono Monster Hunter World: Iceborne su PC in questo momento, con alcuni che arrivano al punto di rimborsare i loro acquisti su Steam.

Una volta completati i passaggi precedenti, l’utilizzo della CPU dovrebbe essere compreso tra il 5 e il 6%, il che rappresenta un notevole miglioramento rispetto al 20%.

Lascia un commento