THE DIVISION GUIDA ALLA DARK ZONE

La Zona Nera e’ veramente il lato Dark di The Division e forse e’ anche la parte piu’intrigante. Vediamo insieme come funziona!

THE DIVISION GUIDA ALLA DARK ZONE

Dark Zone ecco come affrontarla

The Division è uno sparatutto in terza persona con cooperativa istantanea PvE, tutto dovrebbe filare liscio fino a che non si entra nella Dark Zone. Quest’area  pericolosa e’ senza’altro il posto piu ricco e pieno di bottini ,ma e’ sicuramente il posto dove il gioco cambia aspetto e dove l’azione prende il sopravvento, conviene quindi arrivarci con la giusta configurazione

Come funziona? Dov’è? Perché è importante andarci? Siete nel posto giusto per scoprirlo!

Vi spiego la Dark Zone

La Dark Zone è l’area PvP dove i giocatori si incontrano e stabiliscono i primi contatti, ovviamente queste alleanze non sono sempre costruttive , ed ecco che tutto si trasforma in ” ma stai con me o contro?”

Alcune missioni vi richiederanno di entrare nella Dark Zone, ementre alcune di scontrarvi nello stile classico  PvP. Ma Il vostro vero obiettivo, però, sara’ il loot.

Prima di partire, però, bisogna prepararsi all’impatto con la Dark Zone. Combattete in PvE per ottenere un equipaggiamento decente  e fate attenzione: anche i nemici controllati dall’IA sono molto più tosti nella Dark Zone.

Per entrare nella Dark Zone bisogna passare attraverso una delle specifiche porte segnalate in viola sulla mappa (la zona è rossa invece), ma potete anche scalare i muri che la delimitano e lasciarvi cadere dall’altra parte. Occhio che non si può scappare per la stessa via, visto che per uscire bisogna trovare per forza un accesso a livello del suolo. La Dark Zone è a sua volta suddivisa in varie sezioni, alcune di queste sono per ora chiuse per la fase di beta.

Ogni ingresso nella Dark Zone offre anche una stanza dove rifornirsi di munizioni, granate e medikit. C’è anche un mercante che vi venderà dell’equipaggiamento dietro il pagamento di crediti speciali ottenuti nella zona.

THE DIVISION GUIDA ALLA DARK ZONE

The Dark Zone: giocare con gli amici o da soli

Nella Dark Zone potete unirvi ad un gruppo di altri giocatori, anzi, è caldamente consigliato farlo. L’host del party può invitare tre amici con sé, più una quarta persona con il ruolo di mero osservatore tramite la companion app.

Il matchmaking nella Dark Zone è basato sui livelli: dovrete essere più o meno alla pari con i vostri amici per poter giocare insieme. Nella beta i giocatori dal livello 4 al 7 possono giocare insieme, e l’esperienza ha il cap al livello 8 quindi non sappiamo bene come funzioni il sistema più avanti. Il gioco vi avvisa con un messaggio di errore se nel gruppo c’è qualcuno con il livello sbagliato.

Se siete dei lupi solitari e non avete nessuno con cui giocare niente paura. Vedrete un sacco di altri Agenti nella Dark Zone in cerca di compagnia, e potete anche parlare a quelli vicini se avete un headset (non serve essere in party per farlo). Per far capire agli altri che avete buone intenzioni premete giù sul D-pad per fare un bel saltello simpatico.

Dark Zone: il bottino e come estrarlo

Il succo della Dark Zone è la raccolta del loot, o bottino. The Division usa un codice cromatico piuttosto comune per farvi capire al colpo d’occhio quanto è raro un oggetto (nella beta gli oggetti blu sembrano il meglio, ma qualche mercante ha per le mani splendidi oggetti gialli), ed ha anche delle limitazioni basate sui livelli. Nella zona PvP si trova il loot migliore.

Ci sono tre modi per ottenere il bottino:

  • Uccidere i nemici dell’IA e raccogliere il drop (i nemici con le barre della vita gialle o viola hanno il loot migliore)
  • Aprire le casse (spieghiamo meglio più sotto)
  • Rubare il loot agli altri giocatori

Il bottino che raccogliete nella Dark Zone è contaminato e non può essere usato se non dopo l’estrazione. Dopo che lo raccogliete, vedrete infatti una sacca gialla sotto allo zaino del vostro Agente. Se aprite l’inventario vedete il contenuto della sacca nella sezione in basso a destra. Se morite prima dell’estrazione, il bottino cadrà a terra: affrettatevi a tornare dove siete morti per raccoglierlo prima che lo faccia qualcun altro!

Per essere sicuri di portare a casa il loot dovete estrarlo con l’elicottero. Si tratta di andare verso una delle zone prestabilite (segnalate in oro sulla mappa) e, se qualcuno già non le sta usando, sparare un razzetto in aria per far arrivare l’elicottero. Ora dovrete difendere la zona dai nemici dell’AI per un tempo determinato, ma niente panico che non è tanto difficile.

La vera minaccia è data dagli altri giocatori. Fate molta attenzione se vedete dei gruppi di Agenti che “camperano” la zona d’estrazione senza fare niente, probabilmente aspettano il pollo di turno da spennare. La cosa migliore è effettuare le estrazioni con l’aiuto di un party, del resto già l’avete capito che la cooperazione è importante.

THE DIVISION GUIDA ALLA DARK ZONE

Dark Zone: casse e chiavi

Potete ottenere bottino nella Dark Zone anche aprendo delle casse che spawnano dopo avere spazzato via grandi gruppi di nemici.

Ci sono tre tipi di casse: il primo può essere aperto non appena compare e difficilmente contiene oggetti succosi.

Il secondo tipo di casse può essere aperto da tutti i giocatori, ma solo se hanno il livello minimo segnalato.

Il terzo tipo di casse richiede la chiave. Le chiavi possono essere ottenute solamente nella Dark Zone chiaramente: si tratta di random loot dai nemici di livello alto, o potete ottenerle uccidendo un altro giocatore che ne ha con sé.

Potete controllare quante chiavi avete guardando nell’inventario, le trovate sopra ai medikit.

Quando una cassa viene aperta diventa inerte, se incontrate casse con cui non potete interagire vuol dire che siete arrivati tardi.

Dark Zone: gli Agenti rinnegati

La Dark Zone è una zona PvP. Parte del gioco è attaccare gli altri giocatori e rubare il loro bottino.

Potete vedere se un giocatore ha qualcosa con se guardando se ha la sacca gialla sotto allo zaino, ma pensateci due volte prima di sparare.

Attaccando un altro giocatore si viene evidenziati come Agenti rinnegati (ma se li colpite con solo qualche proiettile per sbaglio avrete solo un avvertimento), e sarete dei puntini rossi sulla mappa. Tutti gli altri Agenti otterranno un bel po’ di XP ad attaccarvi. Se la nostra esperienza nella beta ci insegna qualcosa, non appena si diventa rinnegati ci si deve preparare ad essere inseguiti da un piccolo esercito.

Se invece vedete un gruppetto di Agenti rinnegati che si aggira per la Dark Zone, fuggite. Si tratta di giocatori che cercano di potenziare il loro livello da rinnegati (il massimo è il 5) uccidendo gli altri e sopravvivendo agli attacchi. Così facendo loro ottengono un bel po’ di crediti da utilizzare dai mercanti della zona.

Potete vedere qui sotto un video che spiega bene come funziona la cosa:

Morire da rinnegati comporta una penalità maggiore del normale.

Dark Zone livello e morte

Completare azioni nella Dark Zone, come uccidere nemici, raccogliere bottino ed estrarlo, vi darà punti speciali che aumentano il vostro livello PvP.

Fondamentale è non morire nella Dark Zone, soprattutto se siete dei rinnegati, perché le conseguenze sono serie. Oltre al loot che portate con voi, perderete anche dei crediti, delle chiavi e rischiate anche di scendere di livello.

Morendo da rinnegati si perdono più soldi, chiavi e livelli.

Questa era la nostra prima guida alla Dark Zone di The Division, vi state divertendo nella beta?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »