Watch Dogs sarà certamente ricordato come uno dei titoli più controversi di inizio Ottava Generazione.
Un titolo attorno a cui si è scatenata un’enorme aspettativa, sia per le potenzialità che il gameplay potesse offrire, sia per l’aspetto visivo del gioco, che sembrava spremere già da subito le potenzialità grafiche delle nuove macchine.

Ormai è storia vecchia lo “scandalo” delle versioni definitive troppo al di sotto di quello visto nei primi trailer all’E3 del 2012, ma a chiarire le cose ci ha pensato il producer della serie Dominic Guay, che ha dichiarato che l’eccessivo downgrade fu dovuto alla mancanza di informazioni tecniche su PS4 e Xbox One.

“Quando abbiamo mostrato per la prima volta Watch Dogs nell’estate del 2012, non sapevamo molto sulll’hardware delle console next-gen, quindi abbiamo fatto il nostro meglio per prevedere le possibili prestazioni delle nuove console, utilizzando un PC molto potente per la dimostrazione.”

Ed è quindi un po’ chiara la situazione, per quanto ancora difficile da digerire.
Ma il punto è: come sarà la situazione per Watch Dogs 2?

“Con Watch Dogs 2 ci troviamo in una situazione diversa. Usa una tecnologia evoluta di quella adottata dal prequel. Avendo avuto molti anni per sviluppare sulle piattaforme siamo stati in grado di affinare la grafica notevolmente. La Baia di San Francisco offre una distanza visiva notevole, con una gran quantità di dettagli ed effetti atmosferici. Gli effetti d’illuminazione sono realistici ed il mondo di gioco è dinamico e più dettagliato.”

Fonte: eurogamer.it

Watch Dogs 2 uscirà il 15 novembre 2016 su PS4, Xbox One e PC.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01GS50TV0″] [AMAZONPRODUCTS asin=”B01GS50TEM”] [AMAZONPRODUCTS asin=”B01GS50J8I”] [AMAZONPRODUCTS asin=”B01GS50J3I”] [AMAZONPRODUCTS asin=”B01GS50TOC”] [AMAZONPRODUCTS asin=”B01GS50U00″]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »