Monster Hunter WorldNEWS 

Monster Hunter World: Assenti microtransazioni e loot box

Capcom ha annunciato che i giocatori non dovranno spendere soldi aggiuntivi giocando al suo Monster Hunter World.

Durante un’intervista, il producer del gioco, Ryozo Tsujimoto, ha dichiarato che le microtransazioni non hanno senso di esistere in questo gioco perché vanno a rovinare la tipologia di esperienza che si vuole far vivere ai giocatori.

Questo è un gioco co-op per gruppi di massimo 4 persone. L’idea è che ci deve essere armonia tra i componenti del gruppo quindi, il fatto che qualcuno possa avere delle armi migliori solo per aver pagato, crea frizioni tra i giocatori e rovina l’armonia.

Monster Hunter World è basato completamente sulle abilità dei giocatori e non sulla quantità di denaro speso.

Nessuno degli oggetti che influenzano il gameplay si potranno acquistare direttamente o tramite loot box. Le uniche cose a pagamento saranno accessori cosmetici giusto per aggiungere un pizzico di divertimento in più.

Sempre secondo Tsujimoto, l’obiettivo di Capcom è quello di creare un gameplay con sfide e ricompense accattivanti piuttosto che trovare un metodo per monetizzare il più possibile il proprio gioco. Il problema però sta anche nella mentalità dei giocatori che, di fronte ad un problema, preferiscono pagare per superarlo più velocemente invece di studiare una soluzione alternativa.

Personalmente, condivido pienamente le parole di Tsujimoto. E voi?

Monster Hunter World uscirà il 26 gennaio 2018 su PS4 e Xbox One e durante l’autunno su PC.

 

FONTE

Il producer spiega il motivo del ritardo della versione PC
Info sulla terza beta

Social Wall
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  

Related posts

Leave a Comment

Translate »
MENU YESSGAME