Crea sito

Proletariat, pluri-premiato studio indipendente di sviluppo ha annunciato l’uscita di Spellbreak, il suo attesissimo Battle-Royale a base di magia.

Spellbreak è disponibile per PC su Epic Games Store, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch. Spellbreak sarà uno dei primi titoli sul mercato a supportare pienamente il cross-play e una progressione cross-platform sulle piattaforme per le quali è uscito. I giocatori potranno creare un account di Spellbreak e accedervi da qualunque piattaforma supportata, mantenendo i propri progressi nel gioco, la personalizzazione e le statistiche. Si potrà anche usare il proprio account per trovare facilmente i propri amici online e creare squadre anche da piattaforme diverse.

Oggi ha inizio una nuova era nel gaming multiplayer. Il nostro team si è impegnato enormemente per realizzare una delle prime esperienze di gioco al mondo che sia simultaneamente cross-platform, cross-play e con progressi trasferibili da una piattaforma all’altra” – ha detto Seth Sivak, CEO di Proletariat. “Il sistema di combattimento unico di Spellbreak e il suo gameplay innovativo saranno disponibili ai giocatori per giocare con chi vogliono, su qualunque piattaforma vogliano, indipendentemente dalla loro scelta in ambito hardware.”

Spellbreak è un gioco d’azione multiplayer a base di incantesimi dove i giocatori scateneranno i poteri dei loro maghi da battaglia e avranno tra le mani il potere di devastanti guanti magici, capaci di realizzare una mortale alchimia di incantesimi per controllare il campo di battaglia con tornado di fuoco, nuvole di gas elettrificate e molto altro! Il gioco è ambientato nelle Hollow Lands: i giocatori potranno esplorare la mappa per trovare vantaggi tattici e scoprire scrigni nascosti che contengono rune magiche, le quali conferiscono nuove abilità, tra cui volo, teletrasporto e invisibilità.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

Sono disponibili anche una community Discord e una lista per i Content Creators (streamers, influencers, etc.) che volessero inserire il gioco tra i propri contenuti.

By Variele

Lascia un commento