Crea sito

Non giriamoci troppo attorno. Uncharted 4 per molti utenti Ps4 è il gioco più atteso del 2016. I concorrenti che aspirano a essere nominati “miglior titolo dell’anno” sono parecchi, ma Nathan Drake, fin dai tempi della Ps3, è rimasto un’icona di successo e di guadagno per Sony e per i suoi fan, che grazie a Naughty Dog, hanno potuto vivere racconti indimenticabili ricchi di avventura e di passione per la scoperta, l’archeologia e il mistero.
Dopo vari rinvii, Uncharted 4: A Thief’s End arriverà finalmente sui nostri scaffali il 10 maggio.
Su questo titolo, ve ne accorgerete proseguendo la lettura, abbiamo pochissimi dubbi. Infatti, tutto quello che ci è stato mostrato fino ad oggi, ci ha pienamente convinto; perfino la campagna marketing del gioco ci ha lasciato stupiti, evidenziandoci chiaramente quale sia l’obiettivo primario per Naughty Dog: fare il maggior numero di vendite su una sola piattaforma, disintegrando letteralmente la concorrenza.

Del resto, The Last of Us, capolavoro della casa statunitense uscito il 14 giugno del 2013, era riuscito a rilanciare Ps3 nel momento più difficile della vita della console; non che Ps4 stia vivendo una situazione simile, ma un po’ di aria nuova siamo sicuri che farà sicuramente bene alla console di Sony.
Vi avvertiamo che noi non abbiamo provato Uncharted 4 in single player, ma abbiamo comunque testato la Beta multiplayer, quindi il nostro giudizio sarà unicamente basato su ciò che i media ci hanno mostrato in questi ultimi tempi, facendo principalmente riferimento al video-gameplay della durata di quindici minuti uscito qualche giorno fa.

Un nuovo tesoro

 Come nei precedenti episodi della saga, Nathan Drake dovrà/vorrà recuperare un nuovo tesoro, quello del pirata Henry Every. Durante la sua avventura, come sempre Nate sarà accompagnato dal fidatissimo Sully e in aggiunta al duo, in questo quarto capitolo ci sarà anche il fratello di Drake, ovvero Sam, del quale però non sappiamo ancora molto e non vediamo l’ora di conoscerne la personalità.
Il gioco si svolgerà per la maggior parte del tempo a Libertalia, una colonia pirata situata nel Madagascar, dove il trio affronterà ambientazioni di ogni genere: dalla giungla alle foreste, dai centri urbani fino ad alte vette innevate.
Tutto sembra quadrare: Uncharted 4 rievocherà a più non posso i suoi predecessori, portando su console una trama ricca di colpi di scena e azione a non finire, per non parlare dei panorami che la visuale del gioco ci permetterà di osservare più e più volte, rimanendo col fiato sospeso ad ammirare così tanta bellezza.
Inoltre, quel “Thief’s End” che appare alla fine del titolo del gioco ci preoccupa, perché ci anticipa l’idea, piuttosto tragica, di poter veder finire per sempre le avventure del nostro amatissimo Nathan, ma non facciamoci prendere dal panico, siamo quasi sicuri che Naughty Dog avrà riservato un ottimo finale al suo ultimo capitolo di Uncharted. Da quanto appreso Uncharted 4 sembra essere l’ultimo capitolo della saga, o per lo meno, l’ultimo sviluppato da Naughty Dog anche se, nelle ultime settimane, Neil Druckman in un’intervista ha dichiarato che Uncharted potrebbe avere un seguito anche senza Naughty Dog; questo potrebbe dispiacere, ma almeno abbiamo un pizzico di speranza di poter rivedere in futuro una delle nostre storie preferite.

Un gameplay azzeccato

 Se la storia prende spunto dai vecchi episodi della serie, il gameplay di Uncharted 4 copia letteralmente quello di Uncharted 3, migliorando tutti gli aspetti legati alle movenze dei personaggi e allo shooting, che rimane sempre divertente, molto veloce e ben curato.
Inoltre, ci saranno le classiche fasi stealth che renderanno il tutto ancora più realistico.
Non mancheranno le solite arrampicate frenetiche su pareti impervie, fughe sensazionali con mezzi di vario genere e gli indovinelli che, se risolti, permettono di proseguire nell’avventura.
Da questo punto di vista non possiamo aspettarci grandissime sorprese, nonostante ciò siamo fiduciosi che Naughty Dog abbia inserito nuove chicce, le quali ci regaleranno grandi soddisfazioni.
Se avete apprezzato i capitoli precedenti, siamo certi che il gameplay di Uncharted 4 non vi deluderà. Potete dormire sonni tranquilli.
Da ciò che finora abbiamo visto, l’unica vera novità sembra riguardare la possibilità di eseguire scelte nei dialoghi, ma secondo gli sviluppatori queste decisioni non cambieranno il corso della trama principale.

Grafica al top

Quando il primo Uncharted arrivò sulle nostre console, un lontano 7 dicembre del 2007, non ci eravamo ancora resi conto delle potenzialità che il gioco avrebbe potuto avere.
Si erano viste ottime cose durante l’E3 precedente, ma la grafica del titolo era comunque un dubbio gigantesco, poiché sappiamo tutti che durante la fiera i trailer presentati vengono spesso di gran lunga “pompati” e migliorati.
Bene, su Uncharted 4 questi interrogativi non li abbiamo più. Il gioco rasenta, e non di tanto, la qualità grafica dei trailer che ci sono stati mostrati dall’inizio dell’annuncio del titolo.
Con una risoluzione di 1080p e i 30 frame al secondo (peccato che non siano 60), Uncharted 4 appare pulito, bello da vedere, con colori azzeccati e ombre perfezionate.
Per non parlare dei volti, ottenuti grazie alla tecnologia avanzata del motion capture, che risultano avere espressioni assolutamente realistiche, dettagliate, quasi da attori cinematografici.
Quindi, da questo punto di vista, aspettiamoci un altissimo miglioramento, che a nostro parere supererà tutti i titoli fino ad ora usciti su Ps4.

Multiplayer o Single Player?

 Come accennato all’inizio di quest’articolo, purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di mettere mano sul single-player del gioco, ma abbiamo testato per parecchio tempo la Beta multiplayer, e dobbiamo ammettere che anche il comparto multi giocatore non ci ha affatto delusi.
Dal mutiplayer sono emerse parecchie novità per quanto riguarda il gameplay, le quali probabilmente ritroveremo anche nella modalità single-player, ma non ci ha convinto molto la parte grafica, la quale online rimane leggermente meno raffinata e quindi più grezza e meno curata.
Ad aver causato questo piccolissimo problema potrebbe essere stata l’affluenza sui server di milioni e milioni di videgiocatori impegnati a provare la Beta.
Nonostante ciò, sarà meglio verificare a lavoro finito il comparto multigiocatore, rinviando il giudizio ai primi di maggio.

I vecchi capitoli

Saremo più che sinceri con voi. In questi giorni si sta parlando così tanto di Uncharted 4, che ci sta tornando la voglia di rigiocare i vecchi capitoli della saga, in attesa di quest’ultimo; oltretutto, non è da molto che la Nathan Drake Collection è uscita e nel frattempo, potrebbe essere un’ottima idea per ingannare l’attesa rigiocare le avventure del nostro amico Nate con questa splendida trilogia, rimasterizzata per Ps4.
L’attesa comunque non è enorme, visto che manca solo un mese da oggi all’uscita di Uncharted 4.
Ok, iniziate a contare: -30, -29, -28…..

 

Commento finale

Uncharted 4 sarà un capolavoro a tutti gli effetti. Non abbiamo paura di affermare questa frase sin da oggi, poiché abbiamo fiducia in Naughty Dog e nel suo lavoro, dal momento che ha un curriculum che chiunque invidierebbe: da Crash Bandicoot ad Uncharted fino a The Last of Us.
Naughty Dog non né ha sbagliata mai una e siamo certi che anche questa volta riuscirà a compiere la propria impresa con Uncharted 4: A Thief’s End.
Se non l’avete già fatto, vi consigliamo di prenotare le ultime Libertalia Collection Edition rimaste ancora disponibili, o comunque di fare in modo di riuscire ad avere il gioco per il giorno dell’uscita. Ne varrà sicuramente la pena.

By Markox

Lascia un commento