Videogiochi cattivi – Mortal Kombat

Emblema di una violenza mai sdoganata

All’epoca dell’uscita, Mortal Kombat creò molta perplessità per via della sanguinosa violenza. Parliamo di un periodo in cui era effettivamente difficile accettare che questi videogiochi non potessero in alcun modo influenzare le menti più giovani.

Pur essendo ancora oggi accolto con qualche dubbio, è abbastanza evidente che la violenza mostrata sia talmente esagerata da essere palesemente irreale.

Oggi sono altri i titoli che mostrano scene e situazioni molto più crude, e lo sono perchè a differenza della saga creata da Midway, prendono ad esempio la realtà. La cronaca di tutti i giorni ci racconta che il mondo è pieno di episodi di violenza, di soprusi verso il proprio simile e verso interi popoli.

Siamo cresciuti con Kenshiro che faceva esplodere teste con tecniche marziali antiche, e robot giganti difendere il pianeta Terra da terribili attacchi alieni.

Mortal Kombat rappresenta solo una caricatura, per quanto estrema, della violenza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »