Marvel’s Spider-Man: La nostra recensione

Marvel’s Spider-Man: La nostra recensione

0

Dopo diverse ore passate in compagnia dell’Uomo Ragno, possiamo esporvi le nostre considerazioni su Marvel’s Spider-Man.

Nel corso degli anni sono stati prodotti diversi titoli dedicati alle avventure dell’Uomo Ragno, con risultati altalenanti. Con Marvel’s Spider-Man, però, Insomniac Games vuole raggiungere un obiettivo importante: essere uno dei migliori giochi di sempre dedicati ad un supereroe.

Per raggiungere questo obiettivo, il team di sviluppo si è concentrato principalmente su due aspetti: un livello grafico alla pari dei film attuali ed una narrativa incalzante e divertente allo stesso tempo, in linea con lo stile dell’Uomo Ragno.

La nostra analisi inizia dal secondo di questi aspetti. In Marvel’s Spider-Man non assisteremo alla nascita dell’Uomo Ragno in seguito al morso del ragno geneticamente modificato ma bensì vestiremo i panni di un Peter Parker che da diversi anni ormai vive la doppia vita da scienziato e da eroe di quartiere. L’arresto di Kingpin (alias Wilson Fisk) scatena una serie di eventi che scaraventeranno nel caos tutta Manhattan e sarà compito dell’amichevole Spider-Man di quartiere ristabilire l’ordine in città. Ma nonostante sia molto impegnato nella lotta contro il crimine, Peter Parker riesce comunque a trovare il tempo per aiutare zia May al centro di accoglienza F.E.A.S.T. e per provare a riallacciare i rapporti con la sua ex fidanzata Mary Jane Watson, ora reporter per il Daily Bugle.

Marvel's Spider-Man - Peter e Mary Jane

L’avventura scorre fluida e, per tutta la durata della storia, ci troveremo di fronte ad un numero incredibile di riferimenti alle precedenti avventure dell’Uomo Ragno sia sulla carta dei fumetti che sullo schermo del cinema e dei videogiochi. E sempre parlando di riferimenti, è impossibile non citare gli “Easter Egg“, più o meno nascosti, dedicati alle altre opere e personaggi della Marvel, come ad esempio l’Avengers Tower che si eleva nella skyline della città, essendo l’edificio più alto dell’intera mappa di gioco.

A questo punto è doveroso fare un elogio a Insomniac Games per un comparto tecnico davvero stupefacente. Manhattan è piena di vita e, specialmente di notte con i suoi palazzi illuminati, trasmette quel senso di grandezza che solo una grande metropoli sa fare. Graficamente il titolo sfiora la perfezione, se non fosse per qualche piccolo glitch grafico e per i riflessi dei palazzi, che spesso mostrano un panorama diverso da quanto effettivamente presente.
Per quanto riguarda il sonoro invece, una colonna sonora magistralmente orchestrata scandisce le varie fasi di gioco rendendo Marvel’s Spider-Man più un film che un videogioco.

Marvel's Spider-Man - Manhattan

Passando al gameplay vero e proprio, devo dire che Insomniac poteva osare di più.
Il titolo prende numerosi spunti dagli altri grandi esponenti del genere, in particolare quanto fatto da Rocksteady per un altro eroe mascherato, Batman, con la serie Arkham, e adatta il combat system all’agilità del nuovo protagonista senza però ulteriori aggiunte. I nemici da affrontare sono discretamente variegati ma non rappresentano mai una seria minaccia all’incolumità dell’Uomo Ragno, neanche se in gran numero e alle difficoltà più elevate, grazie ad una serie di tecniche di combattimento e a gadget (sbloccabili accumulando esperienza e alcuni collezionabili sparsi per la città) che rendono i combattimenti più semplici ma allo stesso tempo divertenti.

Però, in tutta onesta, sono rimasto piuttosto deluso dalle boss fight. Troppo poche a mio parere e presenti solo nella seconda parte dell’avventura ed oltretutto, una volta appreso il pattern di attacchi, sono anche relativamente semplici da portare a compimento.

Ma Marvel’s Spider-Man non è soltanto azione pura. Ad intervallare le missioni della quest principale ci saranno alcune sezioni stealth che dovremo completare con l’altro personaggio giocabile, Mary Jane. Una scelta interessante, per spezzare il ritmo del gioco che sarebbe, altrimenti, sempre altissimo.

Marvel's Spider-Man - Combat System

Abbiamo parlato della quest principale e del combat system del gioco ma, essendo un open world, sono presenti un gran numero di missioni secondarie a cui possiamo dedicarci se vogliamo godere a pieno di tutto ciò che Manhattan ha da offrire. Ci saranno naturalmente diverse attività per contrastare la criminalità, ma anche collezionabili da raccogliere e sfide varie come fotografare i punti di interesse della città. Tutte queste attività secondarie vengono introdotte nel corso della storyline principale ed il giocatore è invogliato a completarle dai gettoni che riceverà come ricompensa, utili come già detto per sbloccare e potenziare i gadget ma anche per sbloccare i vari costumi indossabili dal nostro Uomo Ragno.

Marvel's Spider-Man - Costumi

Prima di concludere, voglio illustrarvi la meccanica che più mi ha divertito nelle circa 30 ore che ho impiegato per completare il gioco al 100%. Sto parlando della possibilità di oscillare da un palazzo all’altro usando le potenti ragnatele di Spider-Man. Praticamente non ho mai usato i viaggi rapidi per spostarmi da una parte all’altra della città. Il brivido che si prova nel lanciarsi da un palazzo e poi lanciare le ragnatele soltanto all’ultimo (anche se comunque non ci sono danni da caduta) è indescrivibile e con lo slancio ottenuto dalle oscillazioni si riescono a catturare alcuni scorci davvero mozzafiato.

Per concludere la nostra analisi, Marvel’s Spider-Man è senza dubbio la miglior trasposizione in videogioco delle avventure dell’Uomo Ragno, un capolavoro creato da chi ama Spider-Man per giocatori che lo amano allo stesso modo e possono finalmente realizzare il sogno d’infanzia di volteggiare tra i grattacieli con il proprio eroe preferito.

Aiutateci a crescere con un like :
RSS
Facebook
Facebook
Instagram
YouTube
Google+
Google+
https://www.yessgame.it/playstation-4/marvels-spider-man-la-nostra-recensione/
Follow by Email

Marvel's Spider-Man

9

Grafica

9.5/10

Storia

9.0/10

Longevità

9.0/10

Gameplay

8.5/10

Audio

9.0/10

Pro

  • Una Manhattan spettacolare
  • Tantissimi riferimenti agli altri universi Marvel
  • Storia di un Uomo Ragno più maturo ma ironico come sempre

Contro

  • Poche boss fight
  • Difficoltà generale non molto alta
  • Nessuna innovazione sul fronte gameplay

Articoli Correlati

About author

Canessio

Cresciuto con Crash Bandicoot e Pokemon. Condivido la passione per i videogiochi con quella per il calcio e l'informatica.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.