Crea sito
Ary and the Secret of Seasons: La recensione

Dopo il nostro primo approccio al mondo di Ary and the Secret of Seasons, è arrivato il momento di dare il giudizio definitivo sul nuovo titolo indie prodotto da Modus Games.

Ary and the Secret of Seasons Screenshot 1

Il titolo, disponibile dal 1 settembre su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch e dal 5 novembre anche su Stadia, segue il viaggio di una giovane ragazza chiamata Ary tra il magnifico mondo di Valdi. A sorpresa di molti, Ary è entrata a far parte dei Guardiani delle Stagioni, un’organizzazione tradizionalmente guidata da soli uomini. Il suo compito: ripristinare con successo le stagioni di Valdi. Con la sua forza, determinazione e autocontrollo come suoi pilastri, Ary si incamminerà per portare a compimento un’impresa che nessun altro guardiano ha mai immaginato.

Come tutti i guardiani delle stagioni, Ary può evocare piccole sfere che agiscono come dei minuscoli ecosistemi per ogni stagione, cambiando completamente ogni ambiente circostante. Le sfere possono essere utilizzate fino a un massimo di tre per volta perché la stagione rimanente è già presente; inoltre, Ary può saltare dall’inverno all’estate all’autunno in un baleno.

Ary and the Secret of Seasons Screenshot 2

Questa innovativa meccanica del cambio stagione rende l’esplorazione un vero divertimento, perché per ogni stagione ci sono percorsi e segreti da scoprire, con diversi collezionabili da raccogliere in tutta Valdi.

Durante il nostro cammino però, incontreremo anche gruppi di iene che non esiteranno ad attaccarci. Il combat system è semplice ed immediato: attacco, parata, contrattacco e schivata; i combattimenti raramente sono impegnativi tuttavia sono utili per spezzare la monotonia dell’esplorazione.

Ary and the Secret of Seasons dà il meglio di sé con i puzzle ambientali. Sono diverse le aree in cui dovremo mettere alla prova il nostro ingegno per capire quale stagione si adatta meglio alla situazione.

Ary and the Secret of Seasons Screenshot 3

Se però da una parte abbiamo meccaniche interessanti e l’esplorazione come cardine del gioco, dall’altra abbiamo un comparto tecnico, purtroppo, scadente.

Per essere un titolo indipendente non mi aspettavo grandi cose, anzi lo stile grafico mi è anche piaciuto; ma i numerosi bug e glitch presenti all’interno del gioco mi hanno fatto storcere più volte il naso, specialmente in una situazione quando mi sono ritrovato bloccato e sono dovuto ripartire da un salvataggio precedente.

In conclusione, la valutazione di Ary and the Secret of Seasons non è completamente negativa perché il potere di cambiare le stagioni è una meccanica molto interessante e vi consiglio di provarlo solo se veramente volete mettervi alla prova con un puzzle game impegnativo.

Ary and the Secret of Seasons Screenshot 4

Ary and the Secret of Seasons

6

Grafica

4.0/10

Audio

6.0/10

Gameplay

8.0/10

Trama

6.0/10

Longevità

6.0/10

Pros

  • Cambia le stagioni e l'ambiente a tuo piacimento
  • Enigmi ambientali ben strutturati ed ingegnosi

Cons

  • Eccesso di bug e glitch grafici
  • Alcuni dialoghi con gli NPC non tradotti
One thought on “Ary and the Secret of Seasons: La recensione”

Lascia un commento