Crash Bandicoot 4 Key Art

Dopo il clamoroso successo della N.Sane Trilogy, Toys for Bob ritorna con una nuova avventura per il bandicoot più famoso dei videogiochi, Crash Bandicoot 4: It’s About Time.

Come chiaramente indicato anche nel titolo, si tratta di un vero e proprio sequel di quel Crash Bandicoot 3: Warped, uscito nel lontano 1998 su PS1. Gli sviluppatori hanno ripreso la formula originaria di Naughty Dog e, con qualche aggiunta per attualizzare la serie, hanno dato vita ad un titolo che rasenta la perfezione.

Crash Bandicoot 4: Screenshot 1

Crash Bandicoot 4: Il gameplay

Se non fosse per il look rinnovato, Crash 4 sembrerebbe uno dei titoli usciti alla fine degli anni 90 su PS1. Il gameplay è rimasto praticamente immutato, un platform impegnativo ma molto appagante, con salti da calcolare al millimetro e ostacoli di ogni tipo.

Nei 43 livelli da superare quello che potremo fare è: spaccare casse, raccogliere frutti wumpa e gemme ed infine sconfiggere nemici e boss. A queste si aggiungono alcune novità di gameplay come le sezioni su rotaie in stile Ratchet & Clank, sezioni in cui la telecamera passa da inquadrature completamente 3D ad altre più bidimensionali ed infine la possibilità di giocare alcuni livelli nei panni di protagonisti differenti da Crash e Coco.

Crash Bandicoot 4: Screenshot 2

Il livello di difficoltà è, come detto in precedenza, molto alto, specie nelle battute finali della campagna tuttavia il gioco non è mai troppo punitivo nei confronti dei giocatori. Ad esempio, se si muore troppe volte nello stesso punto, il gioco ci viene incontro con checkpoint e maschere Aku aggiuntive. A questa modalità Moderna, viene affiancata una modalità Retrò pensata appositamente per i fan di vecchia data, con il sistema a vite e la totale assenza di aiuti.

Crash Bandicoot 4: Maschere Quantiche e piani malvagi da sventare

La novità principale di Crash Bandicoot 4 è indubbiamente l’introduzione di 4 Maschere Quantiche con altrettanti poteri che vanno ad affiancare Aku-Aku nel corso dell’avventura. Abbiamo Lani-Loni con il potere di controllare la realtà facendo apparire e scomparire oggetti, casse o nemici, Kupuna-Wa con il potere di controllare il tempo rallentandolo per qualche istante, Akano con il potere della materia oscura per giravolte prorompenti ed infine Ika-Ika con il potere di controllare la gravità.

Naturalmente le abilità di ognuna della maschere quantiche verranno sbloccate proseguendo nella campagna principale, tuttavia i poteri non si potranno utilizzare a nostro piacimento ma soltanto in alcune sezioni dei livelli. A questo riguardo, degno di lode è l’impegno degli sviluppatori nel design e realizzazione dei livelli, con continui riferimenti al passato della serie proprio per rimarcare che Crash Bandicoot 4 è un vero capitolo canonico.

Crash Bandicoot 4: Screenshot 3

Gli eventi narrati infatti ripartono da quanto accaduto nel terzo capitolo, con i malvagi Neo Cortex e N.Tropy fuggiti dalla loro prigionia e con un nuovo glorioso piano di conquista del tempo e dello spazio sfruttando gli squarci dimensionali. Il compito dei due marsupiali Crash e Coco è quello di sventare questi piani malefici ancora una volta e lo faranno esplorando tutti i varchi dimensionali, rappresentati da isolette collegate tra loro proprio come nel capitolo iniziale della serie, alla ricerca delle maschere quantiche.

In questo viaggio interdimensionale, avremo anche l’occasione di completare alcuni livelli nei panni di personaggi secondari come il Bandicoot Tawna con il suo rampino per coprire maggiori distanze, il goffo Dingodile con il suo aspiratore per raccogliere casse e lanciare oggetti contro i nemici ed il malvagio Cortex con la sua pistola in grado di trasformare i nemici in piattaforme. Ognuno di questi personaggi secondari offre una piacevole alternativa di gameplay, tuttavia questa varietà poteva essere gestita meglio specialmente nei livelli “alternativi”, livelli già completati con Crash/Coco che potremo rivivere sotto il punto di vista di un altro personaggio.

Crash Bandicoot 4: Tawna
Crash Bandicoot 4: Dingodile
Crash Bandicoot 4: Cortex

Crash Bandicoot 4: Collezionismo estremo

Raggiungere il 100% è sempre stato un marchio di fabbrica della serie e, ancora una volta, avremo di fronte una sfida a dir poco epica. In ogni livello ci saranno: casse da distruggere, frutti wumpa da raccogliere, gemme bianche e colorate da trovare, reliquie delle prove a tempo da conquistare e le novità dei livelli NVertiti, ovvero gli stessi livelli ma con speciali filtri grafici e nuove gemme da trovare e i Nastri Flashback, il platform allo stato puro. Se a tutti questi oggetti collezionabili aggiungete anche una reliquia speciale per aver completato un livello al 100% senza mai morire, ecco che avete il panorama completo dell’impresa che vi attende. A ripagare i giocatori dei loro sforzi, ci saranno ben 2 finali che si sbloccheranno a seconda della percentuale di gioco complessiva. Vi consiglio di dare uno sguardo alla nostra guida se volete cimentarvi nell’impresa.

Crash Bandicoot 4: Screenshot 4

Cosa dire del comparto tecnico di Crash Bandicoot 4? Sublime, bello da vedere e con animazioni veramente spettacolari al pari di un cartone animato. La colonna sonora poi è decisamente all’altezza e sarà possibile ascoltare anche alcune chicche che i fan di vecchia data sicuramente apprezzeranno.

Crash Bandicoot 4: Conclusioni

Con Crash Bandicoot 4: It’s About Time torna finalmente il vero Crash, quello che tanto abbiamo amato oltre vent’anni fa. Un capitolo molto divertente e ricco di sorprese, in grado sempre di mettere a dura prova le abilità dei giocatori, sia i neofiti che i vecchi fan della serie.

Crash Bandicoot 4: Screenshot 5

Publisher

Activision Logo

Developer

Data d’uscita

2 Ottobre 2020

Piattaforme

Xbox One
PlayStation 4

Sito ufficiale

Crash Bandicoot 4: It’s About Time Official Website

Crash Bandicoot 4: It's About Time

€ 69,99
8.8

Gameplay

9.0/10

Controlli

8.5/10

Longevità

8.5/10

Grafica

9.0/10

Audio

9.0/10

Pro

  • Un'avventura in pieno stile Crash
  • Uno spettacolo per gli occhi
  • Una vera sfida per gli hardcore gamer
  • Le Maschere Quantiche innovano il gameplay

Contro

  • I livelli con i personaggi secondari non brillano come gli altri

Lascia un commento