0

Kratos è tornato… ma non è più solo! Scopriamo insieme come è stato il viaggio del Fantasma di Sparta all’interno della mitologia norrena con la nostra recensione di God of War.

La vendetta contro gli dei dell’Olimpo è ormai alle spalle e ora Kratos vive da mortale nelle gelide terre del Nord, popolate da creature sconosciute ma soprattutto nuovi dei.
È in questo mondo duro e spietato che deve combattere per sopravvivere… e insegnare a suo figlio Atreus a fare lo stesso. Come mentore e protettore di un figlio determinato a guadagnarsi il suo rispetto, Kratos si trova di fronte a una inaspettata opportunità di dominare la rabbia che da troppo tempo alberga in lui. Interrogando il lignaggio oscuro che ha trasmesso a suo figlio, il protagonista spera in qualche modo di rimediare agli errori del suo passato.
Ambientato tra le foreste selvagge, le montagne e il regno delle tradizioni scandinave, God of War è caratterizzato da un’ambientazione decisamente nuova con il suo ricco pantheon di creature, mostri e dei.

God of War 01

Cosa si può dire della nuova esclusiva PS4? Ci sarebbe veramente molto di cui parlare per descrivere l’elevatissimo livello di qualità raggiunto dai ragazzi di Sony Santa Monica ma vi basta sapere che questo God of War è un titolo che ogni giocatore (fan della serie o meno) dovrebbe provare almeno una volta.

Tecnicamente eccellente, fluido e con scorci spettacolari in quello che possiamo considerare, nonostante la linearità dell’avventura, un open world a tutti gli effetti. Ma è da elogiare soprattutto il lavoro svolto dagli sviluppatori per rappresentare le varie creature e le sfaccettature della mitologia scandinava.
La storia poi saprà coinvolgere il giocatore dall’inizio alla fine grazie alla continua evoluzione del rapporto padre-figlio tra Kratos e il piccolo Atreus.

Per quanto riguarda il gameplay invece siamo passati dall’action puro dei precedenti capitoli ad un action più strategico grazie all’introduzione di alcuni elementi ruolistici, una costante ormai per la maggior parte dei giochi di ultima generazione, che consentono di personalizzare la propria esperienza di gioco.
Il nuovo sistema di combattimento, accompagnato da una visuale in terza persona con la telecamera alle spalle di Kratos, presenta però alcune lacune come l’impossibilità di vedere a schermo tutti i nemici. Questa piccola limitazione viene però mascherata da alcuni indicatori che ci segnalano quando e da dove stiamo per essere attaccati e dalla possibilità di girarci di scatto a 180 gradi.
Atreus, giovane ed inesperto, potrebbe risultare un peso per Kratos durante le battaglie, ma il più delle volte saprà badare a se stesso offrendo allo stesso tempo un grande aiuto con le sue frecce.

God of War 02

In definitiva, God of War è l’esempio lampante di come si possa rinnovare completamente una serie molto amata mantenendo però l’anima originale. Le nuove meccaniche si fondono alla perfezione con una storia coinvolgente e personaggi ben caratterizzati.
Cory Barlog e Sony Santa Monica sono riusciti a dare nuova linfa al franchise creando quello che, a tutti gli effetti, può essere considerato il miglior capitolo della serie.

 

VAI ALLA SCHEDA DEL GIOCO

God of War

9.5

Grafica

10.0/10

Storia

9.5/10

Longevità

9.5/10

Gameplay

9.0/10

Audio

9.5/10

Pro

  • Nuova ambientazione nordica
  • Storia coinvolgente fino all'ultimo
  • Tecnicamente eccezionale
  • Combat system rinnovato...

Contro

  • ... ma con piccole limitazioni
About author

Canessio

Cresciuto con Crash Bandicoot e Pokemon. Condivido la passione per i videogiochi con quella per il calcio e l'informatica.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.