Xenoblade Chronicles 2

Xenoblade Chronicles 2 – Un altro capolavoro approda su Nintendo Switch

Xenoblade Chronicles 2 – Un altro capolavoro approda su Nintendo Switch

Xenoblade Chronicles 2 è, si, un altro capolavoro che approda su Nintendo Switch nel giro di 9 mesi. 

Giorno 3 marzo, il lancio della Nintendo Switch nel mercato videoludico mondiale con tanto scetticismo portato da ciò che era stata prima Wii U, sono bastati 9 mesi a Nintendo per mettere le cose in chiaro… Nintendo Switch è un successo sotto tutti gli aspetti.

In 9 mesi sono arrivati The Legend of Zelda Breath of the Wild, Mario Kart 8 Deluxe, la sorpresa Arms, il recente Super Mario Odyssey, Mario + Rabbids, Splatoon 2 ma come se la cava Xenoblade Chronicles 2?

Il nuovo JRPG di Monolith Soft è il giusto dessert ad una cena deliziosa.

 

IN VIAGGIO PER UN NUOVO MONDO

All’annuncio di Xenoblade Chronicles 2 nel Nintendo Direct dello scorso Gennaio il titolo era circondato da un aura di sfiducia.  Era troppo corto, a detta di molti, il lasso di tempo necessario per ultimare i lavori.

Basti pensare che Xenoblade Chronicles X arrivò 5 anni dopo il primo Xenoblade, quest’ultimo capitolo è uscito dopo “appena” 2 anni.

Nonostante tutto la software house,  parte integrante di Nintendo, ha compiuto un miracolo videoludico, mettendo a disposizione degli utenti Xenoblade Chronicles 2 nei tempi preventivati e, soprattutto, realizzando un titolo che non sente il peso della competizione con gli altri due titoli che lo hanno preceduto.

Inoltre per chi si avvicina per la prima volta al mondo di Xenoblade non è necessario aver giocato i precedenti titoli per godersi a pieno il gioco.

Ovviamente per gli appassionati della saga non mancheranno easter egg e riferimenti ben conosciuti, ma ci troveremo di fronte ad una vera e propria nuova ambientazione.

Xenoblade Chronicles 2 ci conduce al mondo di Alrest, un mondo ricoperto da un oceano di nuvole, su cui si muovono i titani. L’umanità scacciata dall’Elysium nel corso degli anni ha trovato rifugio sulle spalle di questi enormi “bestioni”. Civiltà e nazioni si sono sviluppate con le proprie usanze e costumi.

Nel gioco il nostro alter-ego sarà Rex, un giovane ragazzo che sarà legato a Pyra, una delle tante forme artificiali conosciute come Gladius, delle armi viventi.

Proprio Pyra chiederà al giovane Rex di partire alla ricerca di Elysium, dandoci cosi modo di vivere una straordinaria avventura che ci terrà incollati per oltre 80 ore.

 

 

 

L’ESPLORAZIONE È TUTTO

Inizio col dire che non ci troviamo davanti ad un vero e proprio open world, come quello di Zelda ad esempio, visto che alcune aeree saranno accessibili con il progredire della storia.

Ogni zona, equivalente al dorso di un titano, è un ecosistema ricco e variegato, con la propria fauna e i propri ritmi giorno e notte.

La costruzione del mondo richiama molto Zelda, con un design che spinge il giocatore ad esplorare. Ovviamente esplorare non sarà fine a se stesso, ma ci ricompenserà con punti esperienza e con nuovi punti  della mappa utilizzabili per il fast travel.

Ma, personalmente, le magnifiche vedute che Xenoblade Chronicles 2 ci regala e già di per se una ricompensa.

Infatti nel gioco sono presenti ghiacciai, deserti, città dalle varie forme, il tutto da lasciare il giocatore con il fiato in bocca.

Chronicles 2 utilizza lo stesso motore grafico di X, ma lo stile grafico adottato è completamente diverso. I personaggi hanno un look che si avvicina molto agli anime giapponesi in cel shading.

Nel complesso questo nuovo character design funziona meglio rispetto il predecessore.

COMBATTERE SI, MA IN MODO DIVERSO

La nuova interfaccia è stata rinnovata eliminando alcune icone a schermo che ingombravano la visuale, in modo da non trovarsi sopraffatti da icone, barre, nei momenti più concitanti del combattimento.

Quest’ultimo riprende il sistema dei predecessori, espandendosi in una nuova direzione. Ogni personaggio giocabile, detto Ductor, avrà a disposizione fino a tre Gladius, armi viventi di cui appartiene Pyra.

La possibilità di equipaggiare fino a tre Gladius da la possibilità di variare lo stile di combattimento, tecniche, classe ed altro ancora. Sarà possibile ottenere nuovi Gladius attraverso dei cristalli nucleici chesi comporteranno come delle loot boxes (attenzione, non si tratta di microtransazioni, i cristalli saranno reperibili ESCLUSIVAMENTE in gioco). Utilizzando questo cristalli otterremo in modo casuale nuovi Gladius, suddivisi in rari e comuni.

I Gladius saranno potenziabili atrraverso l’utilizzo di appositi materiali o lasciandoli equipaggiati al Ductor in modo da aumentare l’affinità.

Le novità non si fermano qui, durante il combattimento vero e proprio l’auto – attacco funzionerà solo se il nostro personaggio resterà fermo, la catena di attacchi verrà interrotta non appena faremo un movimento. Questo aumenta la “salsa” un po’ strategica del gioco, perché costringe a valutare attentamente il posizionamento in battaglia e valutare i pro e i contro di eventuali spostamenti.

Xenoblade Chronicles 2

NON MANCANO QUEST SECONDARIE E ULTERIORI “NOVITÀ”

Non sarebbe Xenoblade senza quest secondarie.

Xenoblade Chronicles 2 è un gioco ricco di quest secondarie che trascinano il giocatore lontano dai binari tracciati dalla storia principale.

Sono state introdotte molte quest secondarie variegate tra di loro, alcune delle quali vanno oltre i classici obbiettivi dei MMORPG come uccidere un numero di mostri, raccogliere materiali, ma presentano sviluppi di trama interessanti.

Non possono mancare scontri contro determinati tipi di mostri che vagano liberi nel mondo di gioco, alcuni nascosti in zone remote, e qui l’esplorazione la fa da padrona, altri presenti al verificarsi di determinate condizioni.

Affrontare questi determinati nemici è degno delle boss battle più intense, ricompensandoci, non solo con oggetti e punti esperienza, ma anche con lapidi che narreranno le nostre gesta alle generazioni future!

Quest principali, missioni secondarie, la voglia di esplorare Alrest porteranno via 80 ore, ma per chi ama completare al 100% il gioco, Xenoblade Chronicles 2 offre ulteriori ore di gioco.

Il testo è completamente localizzato in italiano con alcune scelte diverse come Blade e Driver che da noi diventano rispettivamente Gladius e Ductor.

Il doppiaggio è in lingua inglese, con attori provenienti per lo più dal Regno Unito, per una volta avremmo a che fare con un accento completamente diverso dal solito americano.

 

Per l’aspetto tecnico, Xenoblade Chronicles 2 da il meglio di se in modalità dock (console collegata alla tv). Infatti in modo portatile perde un po’ di fluidità, ma niente di preoccupante.

 

In conclusione l’anno 2017 verrà ricordato come l’anno di Nintendo e della sua Switch. L’anno di Zelda, Mario e di Xenoblade Chronicles 2, il terzo Xenoblade in meno di 7 anni. Questo titolo piacerà soprattutto a chi si è sentito deluso da Xenoblade Chronicles X, essendo per lo più un sequel del primo capitolo che di quello su Wii U,con il ritorno di un focus narrativo che tanto piace. 

Xenoblade Chronicles 2

Xenoblade Chronicles 2
9

Grafica

8.5 /10

Storia

9.0 /10

Longevità

9.5 /10

Gameplay

9.0 /10

Audio

9.0 /10

Pro

  • Ottimo focus narrativo
  • Ambientazioni da capogiro
  • Sistema di combattimento tutto rinnovato

Contro

  • Un character design che può non piacere a tutti
  • Modalità portatile non impressionante
Social Wall
  • 2
  •  
  •  
  • 1
  • 1
  • 1
  •  
  •  

Lascia un commento