Crea sito
Watch Dogs: Legion Key Art

Benvenuti nella recensione di Watch Dogs: Legion, terzo capitolo della serie action-adventure a tema hacking di Ubisoft.

Dopo le critiche ricevute per il primo episodio e i piccoli passi in avanti ottenuti con il secondo, riuscirà Legion a conquistare pubblico e critica?

Watch Dogs: Legion Recensione - Screenshot 1

Londra, anno 2026. Il gruppo di hacker conosciuto con il nome di DedSec viene considerato responsabile degli attacchi terroristici che hanno gettato la città nel caos e Albion, la società incaricata di ripristinare l’ordine, sfrutta l’occasione per assumere il potere e tenere la popolazione sotto controllo.

Gli ultimi superstiti del DedSec però decidono che, per salvare Londra, devono rimettere in piedi l’organizzazione e affrontare tutte le minacce che, insieme ad Albion, stanno limitando le libertà del popolo.

Watch Dogs: Legion - Screenshot 2

Watch Dogs: Legion Recensione – Gioca con chi vuoi

Dopo un paio di missioni tutorial per prendere confidenza con i comandi ed il mondo di gioco, potremo iniziare a reclutare nuovi attivisti scegliendo tra oltre 9 milioni di possibili candidati, ossia ogni singolo abitante della Londra virtuale. Ogni cittadino sarà caratterizzato da armi e abilità uniche, ad esempio gli operai edili così come i medici e le guardie possono indossare i propri abiti da lavoro per passare inosservati nelle aree limitate. La possibilità di giocare con il permadeath attivo, poi, offre quel brivido in più e permette di godere pienamente di tutte le fasi stealth.

Watch Dogs: Legion Recensione - Screenshot 3

Nonostante questa elevata varietà di personaggi giocabili, è normale imbattersi in figure con le stesse abilità tuttavia il rischio di annoiarsi a causa della ripetitività è relativamente basso. Lo stesso si può dire per le missioni; se la campagna principale è ben strutturata e prevede l’utilizzo della maggior parte delle abilità e gadget tecnologici, le missioni secondarie sono talmente tante e di tipologie differenti che la noia sarà l’ultimo dei nostri pensieri. Certo alla lunga un pizzico di ripetitività si farà sentire, ma niente di così preoccupante.

Watch Dogs: Legion Recensione - Screenshot 4

Se c’è una cosa che mi ha fatto storcere il naso a livello di gameplay, è sicuramente la possibilità di sbloccare numerose abilità spendendo i punti tecnologia recuperabili in giro per Londra e al termine delle missioni. Con le abilità sbloccate si perde lo stimolo a ricercare attivisti con determinate caratteristiche in quanto potremo sempre sostituirle con quelle già sbloccate. E’ un vero peccato poiché studiare gli abitanti di Londra e capire se possono essere le figure adatte per il DedSec è una delle attività più divertenti di Wathc Dogs: Legion.

Watch Dogs: Legion Recensione - Screenshot 5

Watch Dogs: Legion Recensione – Londra

Sotto il profilo tecnico, Londra è una riproduzione molto fedele all’originale; manca giusto il traffico caotico tipico della metropoli tuttavia è una mancanza necessaria altrimenti non sarebbe stato impossibile utilizzare i veicoli. Per godere appieno di tutte le sfaccettature di questa città così variegata, bisogna giocare Watch Dogs: Legion su un PC di fascia alta e su Stadia mentre sulle versioni next-gen si nota l’upgrade degli elementi grafici e la riduzione dei tempi di caricamento mentre purtroppo il framerate è rimasto invariato.

Watch Dogs: Legion Recensione - Screenshot 6

Watch Dogs: Legion Recensione – Conclusioni

In conclusione, nonostante ci sia qualcosina da sistemare sotto il profilo tecnico e anche qualche bilanciamento da apportare al gameplay, Watch Dogs: Legion è un titolo valido e divertente, che getta nuove basi per il proseguo del franchise. Solo il tempo ci dirà se la serie Watch Dogs diventerà un’altra delle produzioni di punta di Ubisoft, noi ci speriamo perché c’è veramente tanto potenziale.

Watch Dogs: Legion Recensione - Screenshot 7
ubisoft
Data d’Uscita

29 Ottobre 2020

Piattaforme
PC
Xbox One
PlayStation 4
Stadia
Xbox Series S|X
PlayStation 5

Watch Dogs: Legion

€ 69,99
7.8

Narrativa

7.5/10

Gameplay

8.0/10

Longevità

8.0/10

Comparto tecnico

7.5/10

Pro

  • 9 milioni di possibili protagonisti
  • Missioni divertenti e non troppo ripetitive
  • Il brivido del permadeath

Contro

  • Bilanciamento delle abilità da rivedere
  • Un linguaggio un po' troppo scurrile
One thought on “Watch Dogs: Legion Recensione”

Lascia un commento