Crea sito

I fan della quasi trentennale saga hanno dovuto subire la batosta dell’ennesimo rinvio del quindicesimo capitolo, ma potranno ingannare l’attesa con un simpatico quanto inaspettato spin-off.

Diciamolo subito: World of Final Fantasy è un gioco fatto per lo più per i fan di vecchia data della saga. Infatti, come già lo si poteva notare dai trailer (e ora anche grazie alla demo uscita sul playstation store da qualche giorno) è un gioco pieno zeppo di fan service il che, intendiamoci, non è necessariamente un male se il gioco è sviluppato bene e il tutto è ben amalgamato. Ma andiamo con ordine.

In questo spin-off andremo ad impersonare due gemelli, Lann e Reyne che si risvegliano nel mondo di Grimoire privi di memoria. Dovranno quindi girare per il mondo alla ricerca dei ricordi perduti dovendo vedersela anche con l’esercito Bahamut.

Nel mondo di Grimoire tutti i personaggi dagli npc ai nemici sono nella forma chibi tranne i due protagonisti che tramite un comando potranno trasformarsi in una forma più “realistica” (che poi manterranno durante il combattimento). Come detto sono presenti moltissimi personaggi dei precedenti final fantasy e anche i nemici, qui chiamati miraggi, ricordano le vecchie produzioni (chocobo, tomberry, behemoth, ecc).

Come nei vecchi final fantasy il gioco verrà portato avanti in due fasi distinte: esplorazione e combattimenti casuali. Tornano infatti i combattimenti a turni puri che molti fan di vecchia data vorrebbero vedere anche nelle altre produzioni attuali. A sinistra dello schermo c’è una barra che indica il turno d’azione di ogni personaggio (sia alleati che nemici).

World of Final Fantasy però dà una strizzata d’occhio anche ad un’altra serie videoludica: i pokemon. Sarà infatti possibile catturare (o meglio “imprismare” come viene definito nel gioco) i miraggi e farli combattere al nostro fianco! Dopo averli indeboliti a dovere sarà possibile infatti lanciare il prisma che, dopo essersi illuminato tre volte, catturerà il miraggio (in caso contrario la cattura fallirà). C’è da dire che Square Enix non è nuova a questa meccanica di cattura e reclutamento dei nemici (Final Fantasy XIII-2 e Kingdom Hearts Dream Drop Distance). Non è tutto qui però. Sarà possibile schierarli in battaglia separati o impilati insieme ai due protagonisti. Questo comporterà un minor numero di turni, ma un notevole boost complessivo; i due o tre elementi condivideranno infatti tutte le statistiche (punti vita, attacco, difesa, ecc). Dal menu potremo disporli in base alle dimensioni dei miraggi (e anche quella dei protagonisti in base a quella che scegliamo).

La scelta stilistica nella realizzazione dei personaggi potrebbe lasciare intendere che sia un gioco adatto esclusivamente ai più piccoli, ma non è così. Ogni personaggio/miraggio è in grado di imparare diverse abilità e la possibilità di impilare i personaggi (cosa che possono fare anche i nemici) amplia ulteriormente la gamma di scelte strategiche.

Da segnalare anche che, oltre alle classiche evocazioni, sarà possibile evocare in battaglia personaggi della saga che si scaglieranno contro i nemici con un potente attacco.

Graficamente non fa certo gridare al miracolo, ma è comunque molto curato con colori molto accessi. Il sonoro è anch’esso buono così come le musiche che,  ovviamente, ricordano i capitoli passati della saga.

World of Final Fantasy uscirà su Playstation 4 e Playstation Vita il 28 ottobre.

 

 

By elric88

Lascia un commento