Crea sito

Molti credono che il tempo sia come un fiume, che scorre lento in unica direzione…. aspetta, quella è un altra cosa….

Sicuramente una delle citazioni che recito più spesso, per cui potreste anche immaginare dove si potrebbe andare a parare oggi.

Infatti si discuterà sulle linee temporali e della loro modifica, basandoci sulla recensione di un gioco che si dipana su questi concetti, Time Hollow. Gioco per Nintendo DS uscito nel marzo 2008 in Giappone e quasi un anno dopo in Europa.

Siamo onesti i viaggi nel tempo e affini per me sono diventati una mania, per cui quando trovai delle notizie sul titolo, dovevo averlo per forza.

Time Hollow Ethan

La storia racconta di un ragazzo, Ethan Kairos, che alla vigilia dei suoi 17 anni fa uno strano sogno. Vede infatti i suoi genitori in una casa che sta prendendo fuoco.

Svegliato di soprassalto, pensa che sia stato solo un incubo ma , purtroppo non è così. In poco tempo capisce che la normale vita che aveva vissuto fino a quel giorno è stata stravolta, per qualche motivo, fino ad allora poco chiaro.

Time Hollow Sox

Nella sua stanza troverà il gatto di suo zio, Sox con al collare un appunto ed una strana penna.

Time Hollow Pen

Nel foglietto Ethan riconoscerà la calligrafia del padre che, insieme alla madre, in quel “nuovo giorno”, sono scomparsi da 12 anni.

Egli gli spiegherà brevemente che la Hollow Pen, questo il nome della penna sul collare di Sox, ha la capacità di modificare il passato e che sarà l’unico modo per salvare i genitori del ragazzo.

Chiaramente Ethan inizialmente pensa sia tutto uno scherzo, ma si renderà presto conto essere catapultato realmente in una realtà modificata.

Non avendo memoria di quello che è successo inizierà ad indagare, cercando di ricostruire i fatti.

Qui, escludendo il breve tutorial pre “nuovo giorno”, inizierà la nostra avventura.

Time Hollow

Il gioco è un’avventura grafica a tema fantastico/investigativo. Siamo onesti, oltre ai concetti “temporali”, il gioco non avrà altro di fantascientifico/fantastico, marcando molto di più il lato investigativo.

Come sempre cercherò di non spoilerare la trama, che seppur abbastanza lineare, nel suo complesso diventerà macchinosa nelle varie modifiche temporali apportate, ma su questo magari ci torneremo dopo.

L’avventura viene divisa in sei capitoli, che seguono lo stile da anime giapponese. Ogni capitolo rappresenta una vera e propria puntata di una serie televisiva.

Fattore incrementale su questo punto, saranno sicuramente i vari filmati animati e doppiati (in inglese) che verranno proposti nelle varie sessioni.

Il gameplay sarà tutto sommato lineare, forse troppo. All’inizio avremo una serie di flashback, fornitrici dalla modifica degli eventi. Il nostro scopo iniziale sarà indagare su quelle immagini, interrogando i vari co-protagonisti della storia e ricostruendo gli eventi.

A quel punto potremo “correggere gli errori del passato”, nel luogo cardine dei nostri flashback dove potremo, letteralmente, aprire un varco nel tempo.

Esso si fermerà per tutti, eccetto che per noi, e qui dovremo in qualche modo “variare i fatti”.

Time Hollow Cast

La cosa che mi ha colpito di più è stata l’attenzione ai dettagli.

Infatti analizzando molti film a tema “tempo”, essi molto spesso cadono in sbagli banali. Qui di quegli “errori di valutazione” se ne tiene conto in maniera per lo meno coerente.

Mi spiego meglio: normalmente si torna nel passato, se ne modificano gli eventi, si ritorna spesso nel luogo dove si è partiti, senza però memoria degli eventi modificati ma, soprattutto, portandosi dietro la incoerenza del viaggio appena compiuto.

Anche qua qualche elemento non torna, però il tutto ha una logica più studiata. Ethan aprirà un varco nel passato, ne altererà un evento spesso minore, e richiuderà il tutto. Beh fin qua niente di diverso, direte voi. Cambia solo il fatto che non va fisicamente nel passato, ma apre un semplice spiraglio modificandone un’azione/evento.

Perfetto, il concetto viene spesso definito “effetto farfalla”.

« Lo spostamento di un singolo elettrone per un miliardesimo di centimetro, a un momento dato, potrebbe significare la differenza tra due avvenimenti molto diversi, come l’uccisione di un uomo un anno dopo, a causa di una valanga, o la sua salvezza. »

(Alan Turing, Macchine calcolatrici ed intelligenza, 1950)

Ed è proprio qui che chi ha scritto la storia ha evitato abilmente il problema. Ethan, alla chiusura del foro temporale, dopo una sequenza di nuovi flashback scatenati dalla modifica degli eventi, non si troverà più nel luogo dove ha aperto il varco. Spesso e volentieri sarà in altri posti, sempre spaesato dalle modifiche effettuate. Infatti ricorderà solo la sua linea temporale, quella dove ha modificato il passato, ma non ricorderà nulla degli avvenimenti accaduti nel mentre.

Vi vedo bricconi, non avete capito un ostia di quello che ho appena scritto. Bene mi spiego meglio, anche se devo cadere nello spoilerare uno degli eventi della trama…. come si dice gente avvisata….

[su_spoiler title=”SPOILER”]All’inizio del gioco conosceremo, tra i vari personaggi, Olivia Eights, la simpatica cameriera del Kronos, il bar preferito di Ethan e i suoi amici. La bella Olivia si reca al posto di lavoro con la sua bicicletta, ma una sera, per un fatale incidente con un camion che perde un frigo, morirà nella strada del ritorno verso casa. Ethan interverrà per modificare il tragico evento. Indagando sul luogo dell’incidente e, ricostruendo i vari flashback, capirà come intervenire per evitare la sciagura. Aprirà quindi un varco sulla strada dove passò il camion, stringerà la corda che tiene fissato il frigo e chiuderà il varco. Normalmente in un film la storia prosegue esattamente dalla chiusura nel varco. In Time Hollow invece, dopo una nuova sequenza di flashback, Ethan si ritroverà, se non vado errato, in casa sua la mattina dopo. Non saprà cosa è successo, ma si ricorderà del gesto compiuto. Indagando scoprirà che la ragazza si sarà salvata.[/su_spoiler]

Chiaramente chi ha scritto la storia conosce bene il concetto dell’effetto farfalla, e infatti ogni evento modificato produrrà delle conseguenze.

Mano a mano che procederemo nell’avventura ci renderemo conto che il cambiare anche un singolo evento, seppur innocuo, seppur a fin di bene, potrebbe portare a conseguenze inaspettate e sicuramente peggiori.

Ethan, da perfetto eroe della storia, cercherà di agire, a volte anche ingenuamente, e spesso istintivamente, per il meglio. Si renderà conto che non sempre le sue scelte portano ai risultati sperati.

Il gioco quindi continuerà a proporvi eventi sui cui indagare e che, in qualche modo, dovranno essere corretti. La trama nel suo proseguo aggiungerà piano piano i tasselli per capire perché i genitori di Ethan sono scomparsi.

Come è logico sperare da un’avventura grafica, sarà la trama la parte trainante. Il gameplay purtroppo sarà abbastanza semplice e a volte ripetevo. Manca infatti uno dei fattori che spesso accompagna il concetto di avventura grafica, ovvero gli enigmi.

In Time Hollow purtroppo essi saranno abbastanza scarni o addirittura inesistenti, il che renderà troppo lineare tutto il gioco.

La storia, seppur concettualmente semplice, sarà comunque ben scritta e molto coinvolgente.

Che dire quindi, un buon “anime interattivo”, su uno degli argomenti, il tempo e le distorsioni delle linee temporali, che mi ha sempre affascinato. Peccato per la mancanza di enigmi che potevano dare una marcia in più al titolo.

P.S.: ah giusto per non dimenticarci nulla, da sottolineare la stupenda colonna sonora, in particolar modo la main theme che di cui vi giro un link, tratto direttamente dal filmato iniziale del gioco.

Time Hollow Ending

Lascia un commento