Pure Farming 2018 – Recensione

Fare l’agricoltore è sempre stato il mio sogno e con Farming Simulator ho sempre trovato un valido alleato. Diciamo che la formula del gioco negli anni è sempre stata  un garanzia, e questo titolo ne segue molto le orme.

Ma andiamo per Gradi.

Avete presente gli autori di Dying Light oppure quelli di Dead Island ? Techland? Si proprio loro, si sono cimentati in questa nuova sfida a sfondo agricolo, andando a riprendere come accenavo prima una serie che conta milioni di persone, ovvero la serie Farming Simulator. E lo fanno forse con qualche pecca di gioventù.

Le modalità disponibili sono “Coltivazione Libera” che permette al giocatore di scegliere la mappa di gioco, con risorse ben precise e senza grosse preocupazioni, infatti una partita del genere potrebbe continuare per sempre… Mentre “Sfida di Coltivazione” e’ una modalità che prefigge degli obbiettivi ben precisi, qualcuno un pò più lungo altri meno, indicato per quelli che non voglio perdere troppo tempo.

Passiamo invece alla modalità che a parer mio sarà la più giocata e che come prima parte porta il giocatore ad avere una nozione di base,“La mia prima Fattoria”. Grazie al tutorial iniziale tutto diventa più comprensibile e facile da eseguire, fatto sopratutto per quelli che si avvicinano al gioco per la prima volta. La seconda parte invece è una vera e propria campagna/storia.

Infatti vestiremo i panni di un giovane che eredita il terreno e tutto quello che ci stà sopra, compreso i debiti che la vecchia gestione di famiglia aveva fatto.

La formula, anche se mi tocca ripetermi non è molto distante dalle concorrenti e quindi… novità poche. Dovremo infatti potenziare i magazzini, comprare quando possibile terreni per ampliare la produzione, questo ci permetterà di accumulare beni, che poi andremo a vendere al mercato della città. Avremo la possibilità di portare a termine missioni, come aiutare altri contadini, i campi, a seconda delle occorrenze, vanno dissodati, arati, seminati, irrigati, insomma il naturale svolgimento del contadino e ben riprodotto, infatti i raccolti nascono maturano in tempi ragionevoli, e naturalmente marciscono se non curati.

Compagno di avventura un Tablet che contiene tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno: da una piantina della zona, alla vivibilità di alcuni terreni, nel caso si vogliano allevare degli animali, allo stato dei mezzi, con l’eventuale possibilità di ripararli con un semplice click (dopo averli portati in officina), al costo dei capannoni e così via.

Un punto a favore del titolo è la possibilità di sperimentare colture e luoghi mai visti in questo tipo di genere, aumentando la varietà e la possibilità di sperimentare diverse attività agricole, compresi gli allevamenti che potranno essere di vario approccio, infatti capiterà di essere in Giappone in Colombia per dirne alcune , con zone diversificate e ben riconoscibili fra di loro.

Non tutti gradiranno l’assenza del Multiplayer, che per alcuni aspetti dato il titolo “pure”, è giusto che non abbia. Infatti mentre per la serie Simulator il Multiplayer era diventato ormai una fattoria a gestione di gruppo, qui il contadino sei te e te devi portare a termine il tutto. Questo da un lato ti porta ad essere il principale artefice della Sconfitta/Vittoria ma da un lato stanca, stanca perchè le operazioni da fare sono molte e di automatismi neanche l’ombra… ma forse gli amanti del realismo questo vogliono?. Insomma per molte cose il titolo porta l’esperienza dell’ agricoltore ad un realismo forse anche po’ troppo vero.

Passando all’aspetto prettamente tecnico il gioco non spicca, anzi si avverte una mancanza di elasticità che nel personaggio e nei movimenti sono evidenti e di stampo un pò datato. I mezzi di coltivazione (molto inferiori come numero ai concorrenti ) sono riprodotti fedelmente, così come alcuni oggetti dello scenario che risultano piacevoli.

Quindi tirando le fila, il titolo non propone niente di nuovo, ma si affaccia con un prodotto che può avere dei buoni riscontri specialmente negli amanti del Real Simulator, con spunti interessanti.

 

Pure Farming 2018

Pure Farming 2018
6.7

Grafica

6.0 /10

Audio

8.0 /10

Longevità

6.5 /10

Gameplay

6.5 /10

Controlli

6.5 /10

Pro

  • Realismo
  • Grafica mezzi

Contro

  • Longevità
  • Mancanza Multiplayer
  • Grafica nel complesso

Big Dan

Ceo Yessgame, da 30 anni gioco e penso che trasmettere la passione con un sito sia il miglior modo !

Lascia un commento

Translate »